fbpx

Perché è importante rendere i pasti dei bambini ben organizzati e strutturati? Vediamolo insieme in questo articolo. Parole d’ordine ordine, prevedibilità e organizzazione! Perchè il caos attorno al cibo non aiuta! 

Il segreto per aiutare i nostri bambini a crescere sviluppando un rapporto sereno con il cibo e sane abitudini alimentari consiste nel rendere tutto quello che riguarda l’alimentazione ben organizzato e strutturato!

Pianificare, dare priorità e strutturare i pasti è la cosa più importante da cui partire se vogliamo crescere un Mindful Eater!

Per saperne di più sulle applicazioni della Mindful Eating alla famiglia, visita la sezione del sitoMindful Eating per l’età evolutiva

Quando in casa l’alimentazione avviene secondo modalità piuttosto confuse e non esistono chiare regole, dare vita ad un cambiamento verso un maggiore ordine ed organizzazione è sicuramente difficile! Ma quando questa nuova modalità viene implementata ed i genitori sono costanti e coerenti, in genere non tornerebbero mai più indietro!

Strutturare i pasti e porre regole 

Strutturare i pasti principali e gli spuntini secondo uno schema prestabilito, evitando che i bambini mangino tra i pasti è incredibilmente importante. Questo li aiuta a vedere il cibo come una priorità e a dare importanza al momento del pasto1.

Seguendo uno schema regolare impareranno a sentirsi sicuri rispetto al cibo.

Molto spesso i bambini che hanno libero accesso al cibo, possono consumarlo dove desiderano o i cui genitori assecondano ogni richiesta senza porre limiti, associano il cibo alle attività quotidiane1.  

Questo fa sì che una grande quantità del cibo consumato nell’arco della giornata provenga proprio da questi spuntini disordinati, mangiati facendo altro. Per i genitori diventa difficile, in queste circostanze, ricordare o essere consapevoli di quanto i bambini abbiano mangiato tra un pasto e l’altro e quindi potrebbe capitare loro di spingerli a mangiare a tavola anche se sono sazi con un’influenza negativa sulla loro abilità di regolarsi con il cibo. 

Inoltre se i bambini possono avere del cibo in ogni momento, è più facile che perdano l’innata capacità di ascoltare e riconoscere i segnali della fame e della sazietà, mangiando di più o di meno di quello che sarebbe necessario.

Ordine, prevedibilità e organizzazione riguardo ai pasti, aiuteranno i bambini a:

  • sintonizzarsi sulla loro fame e di prendere il giusto quantitativo di cibo per il loro corpo e la loro costituzione;
  • non creare associazioni tra cibo ed attività;
  • sviluppare il senso di autocontrollo e migliorare le proprie abitudini alimentari.

Tutte le volte che un bambino sceglie di “spostare la leva del cambio” da quello che vuole fare per seguire, invece, quello che il genitore gli stai dicendo, sta imparando a regolare i propri impulsi. Questo è il modo in cui sta costruendo la propria autodisciplina e l’autocontrollo.

Alcuni ricercatori hanno evidenziato che esiste una correlazione tra tipologia di cibi consumati e modalità di assumere i propri pasti: in una ricerca è emerso che gli studenti di college che seguono una dieta più sana e più ricca di nutrienti, sono quelli che preparano i propri pasti regolarmente e consumano altrettanto regolarmente la colazione e la cena. Il consumo di cibi meno salutari è, invece, collegato con comportamenti alimentari come mangiare mentre si fa qualcos’altro, mentre ci si sposta, per esempio, in macchina oppure mentre si guarda il telefono.

Questi stessi studiosi ritengono, quindi, che per sensibilizzare le persone verso un consumo di cibi più nutrienti, sia necessario creare campagne informative che non includano soltanto informazioni strettamente dietetiche, ma anche consigli sull’importanza di strutturare i pasti e porre regole. 

Strutturare pasti sani e bilanciati da consumare a tavola rende il momento del pasto più piacevole ed invita ed incoraggia i bambini ad ascoltare i loro segnali di fame e sazietà

 

1 Shloim, Netalie, Lisa R. Edelson, Nathalie Martin, and Marion M. Hetherington. “Parenting styles, feeding styles, feeding practice and Weight Status in 4-12Year-old children. A systematic rewiev of the literature.” Frontiers in Psychology, 6 (14 dicembre 2015)

 

Leave a reply