fbpx

Le preoccupazioni dei genitori per l’assalto a dolcetti e caramelle che finiranno nelle mani dei propri figli ad Halloween è certamente condivisibile, ma come si può procedere affinché non si crei un estenuante tiro alla fune con i bambini?

Rigidità o flessibilità con il cibo?

Prima di far sparire tutti i dolcetti nel luogo più inarrivabile della casa, tieni presente che un approccio eccessivamente basato su controllo e rigore porta i bambini a sviluppare preoccupazioni verso il cibo, mangiare in eccesso quando il cibo è disponibile, provare vergogna e senso di colpa, e a raggiungere un peso maggiore.

Al contrario, un approccio più rilassato basato su flessibilità ed indulgenza, porta i bambini a riconoscere e rispettare i segnali sazietà, sviluppare una relazione più positiva con il cibo e a mantenere, di conseguenza, un peso più salutare.

Per saperne di più su un approccio flessibile riguardo al cibo, clicca qui.

Avere a che fare con bambini “ossessionati” dalle caramelle può essere difficile, ma ci sono strategie che possiamo utilizzare per gestire l’assalto a caramelle e dolcetti, al di là della restrizione!

Consigli per gestire le montagne di dolcetti che entreranno nelle nostre case

  • Stabilisci delle regole basate su equilibrio e moderazione, ma mantieni un atteggiamento rilassato

Piuttosto che mettere in evidenza alcuni cibi, sottolineando la loro “pericolosità”, diventa consapevole di come stai vivendo questo momento di “sovrabbondanza di dolcetti”: che parole usi quando parli delle caramelle/dolcetti di Halloween? Ti lamenti? Manifesti ansia e preoccupazione riguardo ad Halloween e l’assalto alle caramelle? Sei preoccupato per il fatto di magiare o aver mangiato tu stesso troppe caramelle? Stai creando una sensazione di “scarsità” intorno ai dolci minacciando di gettare tutto nella spazzatura?

Se è così, potresti tu stesso contribuire a creare nei tuoi bambini un “pensiero fisso” verso alcuni cibi che predispone ad un consumo in eccesso. Spesso i genitori sono preoccupati del fatto che i propri figli, da grandi, possano andare incontro alla loro stessa lotta con il cibo. Ma se si forniscono confini adeguati, un’ampia varietà di alimenti e un costante incoraggiamento verso l’ascolto del proprio corpo, è possibile accompagnare i bambini verso un atteggiamento moderato verso il cibo. 
Quasi tutto quello che i bambini raccolgono la notte di Halloween può essere trovato nei nostri supermercati durante tutto l’anno: è la percezione che abbiamo del cibo, non la realtà, che ci rende preoccupati e ansiosi.

  • Crea dei confini flessibili piuttosto che delle barriere rigide attorno al cibo

Darsi il permesso di godere delle caramelle raccolte ad Halloween non significa sostenere un consumo illimitato di dolci! Ad Halloween, ed anche il giorno dopo, potete lasciare che i vostri figli tirino fuori il bottino e mangino quello che vogliono.

Fate loro sapere che i dolcetti appartengono a loro e finché non infrangeranno le regole della vostra casa (es. mangiando di nascosto, nascondendo il cibo ecc) potranno avere il controllo del loro sacchetto di caramelle. Così si costruisce la fiducia. Il terzo giorno, mettete via le caramelle: i bambini potranno averne una piccola quantità sulla base di come solitamente gestite i dolci a casa.

Non creare restrizione è la strada migliore perché i bambini perdano interesse. A casa nostra finisce sempre che le caramelle di Halloween, dopo l’entusiasmo iniziale, rimangano abbandonate nella dispensa, ritrovate dopo mesi e poi buttate!

  • Ricorda di offrire sempre ai bambini pasti equilibrati, anche la sera di Halloween

Un bambino affamato avrà più probabilità di abbuffarsi di caramelle!

  • Dai a tuo figlio la possibilità di sbagliare e aiutalo a riflettere!

Come genitori è corretto insegnare ai bambini la moderazione nei confronti del cibo e dei dolci in particolare, ma se per un paio di giorni capita di esagerare non succede nulla di grave. Mangiare di più, qualche volta, è una cosa che capita a tutti, anche alle persone che hanno un rapporto sano e gioioso con il cibo. Tutti noi commettiamo errori ed anche i nostri bambini impareranno i propri limiti con il cibo commettendo errori. Halloween e l’assalto alle caramelle potrebbe essere per loro un’opportunità di esplorare i propri confini.

Se il vostro bambino non si sente bene dopo aver consumato troppo cioccolato aiutatelo a imparare ad ascoltare più da vicino il proprio corpo, come un detective, ma senza giudizio e vergogna. Porre domande come: “perché pensi di non sentirti bene?” e “che cosa faresti la prossima volta?”

Infine, ricordiamo che se vogliamo insegnare ai bambini la moderazione ad Halloween è necessario assicurarsi che i cibi che si consumano durante questa festa non siano proibiti durante l’anno, ma siano, al contrario, accessibili per loro: la moderazione è una pratica e come genitori dobbiamo adottare un approccio equilibrato alla nutrizione tutto l’anno!