fbpx

Essere se stessi e volersi bene così come si è: ardua impresa, ma davvero importante!

In realtà sono molte le persone che investono risorse, energie e tempo proprio nel tentativo continuo di “non essere se stessi”, sforzandosi di cambiare, migliorare, essere diversi da come sono.

“Tu non puoi essere altro che te stesso. Allora rilassati. L’esistenza ha bisogno di te così come sei”

Osho

Il difficile compito di essere se stessi

Molti di noi sono stati educati sin da bambini a non curarsi delle proprie inclinazioni personali e a fare, invece, ciò che ci si aspettava da loro: qualcuno ha, quindi, imparato ad essere “duro” sebbene per natura fosse una persona sensibile, qualcun altro è stato obbligato a seguire un certo percorso di studi nonostante ne prediligesse uno del tutto diverso e così via…

Sono tante le occasioni in cui si viene incoraggiati a non tenere conto della propria “natura fondamentale”… Si viene spesso educati a considerare ciò che si prova come “non valido e inappropriato”, a valutare l’espressione dei sentimenti e il fatto di lasciarsi guidare da essi come qualcosa di “non conveniente”.

Aspettative altrui e distanza da se stessi

Ecco che diventa quasi naturale diffidare dei propri più autentici modi di essere e di sentire, per adeguarsi alle altrui aspettative.

In questo contesto “essere se stessi” significa sentirsi perennemente inadeguati, non all’altezza delle richieste esterne e del mondo circostante, insicuri delle proprie scelte e talvolta anche in colpa…

Diventa, quindi, necessario mostrarsi bravi, in gamba, vincenti per poter essere accolti, amati, accettati dagli altri…

Ma questo sforzo continuo oltre che essere terribilmente faticoso, non porta mai al risultato sperato, generando piuttosto fatica e abbattimento personale.

Esiste per ognuno di noi una modalità autentica di essere, ma quasi paradossalmente dobbiamo apprenderla!

Quali sono i tuoi bisogni?

Il  compito più importante che possiamo assumerci nella nostra vita è proprio quello di scoprire i nostri “bisogni o desideri fondamentali”: individuare le nostre inclinazioni naturali, gli interessi, le relazioni e attività che intrinsecamente ci portano a sentirci realizzati!

Potresti leggere anche un altro articolo dal titoloEssere felici

E, per farlo, gli indizi più importanti che abbiamo a nostra disposizione sono le emozioni e le sensazioni corporee che proviamo: quando ci impegniamo in relazioni o attività che soddisfano le nostre inclinazioni naturali ci sentiamo bene, siamo appagati, proviamo gioia e piacere…

Che cosa significa “volersi bene”?

Una volta appresa la nostra “modalità autentica di essere” dobbiamo imparare anche a “volerci bene”.  Ciò non vuol dire essere sempre indulgenti con i propri errori, “tanto nessuno è perfetto e a tutti capita di sbagliare”…

Significa qualcosa di più semplice ed immediato: essere alleati di se stessi. Vuol dire rivolgere su di sé uno sguardo privo di giudizi e commenti, riservare a se stessi un atteggiamento di profonda accoglienza.

Leave a reply