fbpx

Che rapporto hai con l’attività fisica? nasce da una domanda che ho posto qualche settimana fa nelle storie del mio profilo Instagram. Mi sono arrivate tante risposte: per alcune persone il movimento è piacere, gratificazione, valvola di sfogo; per altre è un mezzo per compensare ciò che hanno mangiato, un dovere cui non riescono a sottrarsi; per altre ancora, invece, è diventato fonte di piacere solo dopo un periodo di imposizioni e allenamenti estenuanti.
Tante storie e tante relazioni diverse e tanti modi diversi di abitare il corpo.

Una visione diversa del movimento

Proprio negli stessi giorni avevo letto un bellissimo post del Dott. Alex Barone  dietista a Modena e on line, che che credo abbia scritto delle cose davvero importanti: l’allenamento non è un dovere o un obbligo e allenarti non ti rende una persona migliore, anche se la nostra cultura ti porta a pensarlo!

Mi piace sottolineare che non c’è un unico modo giusto per muoverti, magari quello che ti fa bruciare. più calorie e che ti permette di avere la forma fisica più scolpita… Prova a lasciare andare obblighi ed imposizioni e a trovare il tuo modo per muoverti, non è detto che sia facile e nemmeno che questo sia il momento giusto per te per riprendere o partire.

Attività fisica e comunicazione con il corpo

Anche Beatrice Baldi, insegnante di Yoga, personal trainer e studentessa di psicologia, si fa portavoce di un modo diverso di vedere l’attività fisica: il movimento potrebbe diventare un mezzo di comunicazione non violenta con il tuo corpo; un modo per ascoltare i suoi bisogni, rispettando i suoi tempi, i suoi cambiamenti.

Ci saranno giorni in cui avrai più energia, altri in cui ne avrai meno, ci saranno giorni in cui muoverti sarà il tuo dialogo gentile con il corpo, altri in cui preferirai scegliere altri mezzi di connessione e contatto. Nello Yoga, ad inizio di ogni pratica, si formula un Sankalpa, un intento. Lascia che sia sempre il tuo intento a guidarti, anche nella scelta del movimento.

Puoi scegliere oggi ciò che ti fa stare bene? Puoi scegliere ciò che ti arricchisce nella mente, nello spirito e nel corpo?

Potresti leggere anche Che rapporto hai con la stanchezza?